Un viaggio nello spettacolo

Un viaggio nello spettacolo

Che il viaggio abbia inizio

Chiacchierando con gli autoriIntervisteLibriPromozione

Chiacchierando con: Paquito ci parla di L’Oro del miglio d’oro

image_pdfimage_print

L’Oro del miglio d’oro è l’ultimo libro dello scrittore, attore partenopeo Paquito Catanzaro pubblicato con l’Officina Marilena Kids il 25 ottobre 2023

Il 25 Ottobre 2023 è uscito in tutte le librerie fisiche e digitali L’Oro del miglio d’oro di Paquito Catanzaro. Tra un impegno e l’altro siamo riusciti a beccarci per fare una bella chiacchierata e parlare sia del suo libro ma anche della sua viscerale passione per la letteratura.

L’Oro del miglio d’oro di Paquito Catanzaro edito Officina Marilena Kids
Ciao Paquito, è un piacere per me farmi una chiacchierata con te e parlare del tuo libro. Ti va di parlarci un po’ di te? A che età ti sei appassionato ai libri?

C’è tanto, forse troppo da dire. In fondo sono scappato dal cartone animato nel quale ero nascosto più o meno 42 anni fa. Detto questo, la passione per la lettura non ha una datazione precisa. Ho sempre letto, cominciando coi fumetti e avvicinandomi alla letteratura intorno al 2006 quando, per lavoro, ho cominciato a viaggiare spesso in treno. Dal 2013 mi sono dato l’obiettivo di leggere almeno 100 libri l’anno e, con grandissima soddisfazione, ci riesco abbondantemente.

Parliamo ora del tuo ultimo libro dedicato interamente ai bambini L’Oro del miglio d’oro pubblicato con Officina Milena Kids. Com’è nata questa idea?

Erano anni che desideravo realizzare un progetto per l’infanzia. Quando Moreno Casciello (l’editore di Officina Milena Kids) mi ha proposto di realizzare un albo su Torre del Greco, ho rilanciato proponendo una storia che raccontasse quattro comuni (Torre del Greco, Ercolano, Portici e San Giorgio a Cremano) ai quali sono molto legato e che sono pieni di tesori molto spesso poco valorizzati.

Il protagonista è Pio, un bambino di nove anni che scopre le bellezze di San Giorgio a Cremano e Torre del Greco sopra una semplice bicicletta. Quanto c’è di questo bambino in te?

Di autobiografico non c’è molto, se non la mia insaziabile curiosità. Pio è un patchwork nel quale trovano spazio i mille e passa bambini con cui ho avuto il privilegio di lavorare negli ultimi 13 anni.

Sui social al momento dell’uscita del libro ho visto che anche Gabriella Vitiello è stata resa protagonista dell’Oro del miglio d’oro. Com’è nata questa bellissima idea?

Ad Annalisa Maggio (l’illustratrice del volume) serviva una fonte di ispirazione per realizzare il personaggio della guida turistica. Mandai subito un messaggio a Gabriella chiedendole una foto in primo piano. Si può esprimere la riconoscenza in mille modi, io ne ho trovato un colorato per dire GRAZIE a un’amica e una collega straordinaria.

Tu sei molto attivo per quanto riguarda la cultura partenopea: partecipi alle fiere e alle presentazioni dei libri come moderatore. Qual è stato il primo libro che hai moderato?

Questa domanda merita una risposta “sblocca ricordo”: era la prima edizione di Ricomincio dai Libri e la casa editrice Inknot presentava il volume illustrato L’ingrediente segreto. L’evento si tenne presso la biblioteca Alagi di San Giorgio a Cremano (all’interno di Villa Bruno). Sono passati più o meno dieci anni da quell’evento. I ricordi sono un po’ appannati, ma per fortuna la voglia di presentare libri non ha risentito dello scorrere del tempo.

Inoltre collabori con il blog Il lettore medio. Parlaci un po’ del blog e di come è nata la vostra collaborazione.

Cinque anni fa, in un bar del Vomero, proposi a tre amici di creare un blog letterario. Avevo in mente il nome e il claim: very normal reader. L’idea era quella di promuovere libri per i quali valesse la pena investire il tempo. Le critiche negative non mi sono mai piaciute, meglio quelle che ti invogliano alla lettura. In questi cinque anni abbiamo realizzato circa 600 recensioni e oltre 100 dirette sui social. Abbiamo commesso decine di errori, ma ognuno di essi ci ha dato la possibilità di crescere e di porci nuovi traguardi da raggiungere. Abbiamo cominciato a realizzare collaborazioni importanti ma continuiamo a prestare attenzione alle piccole realtà editoriali e, soprattutto, agli autori emergenti. A mio parere un lettore medio
dovrebbe fare questo.

/ 5
Grazie per aver votato!

unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.