Gemini-Part II-Pollux: su tutti i digital store dal 30 Giugno

image_pdfimage_print


Dopo i firmacopie che hanno riscontrato grande successo sia a Nola che a Via Luca Giordano, finalmente dal 30 giugno sarà finalmente disponibile in tutti i digital stores e le piattaforme digitali il nuovo album di Myky: Gemini – part II – Pollux.

Di cosa parla l’album

Come annuncia già il titolo, si tratta della seconda parte del progetto musicale che ha visto la luce con Gemini – part I – Castor, e vede la collaborazione con Aaron Sibley e Angelo Sika. Il titolo fa riferimento al mito greco dei Dioscuri, i gemelli figli di Leda. Narra la leggenda, che quando Castore fu ferito a morte, Polluce pregò il padre Zeus di poter rinunciare alla propria immortalità per poter ricongiungersi al fratello. Zeus, colpito dalla forza del loro legame, concesse ai gemelli di restare uniti, un giorno nel regno dei morti e un giorno nell’Olimpo, per trascorrere insieme l’eternità. Un progetto musicale nato e sviluppato dunque nel segno della dualità. Nella prima parte, intitolata al gemello terreno, le varie sfumature dell’amore erano attraversate da una sotterranea vena di malinconia, la malinconia di chi guarda alle stelle diviso fra il desiderio di compiutezza, di unione, e la nostalgia per l’irraggiungibile. Il gemello divino invece afferma prepotentemente i suoi desideri con grinta schietta, a tratti sensuale, decisamente inarrestabile. È il gemello che ha convinto il padre degli dei a sovvertire le regole della morte in nome di una forza più potente: l’amore.
Nelle sette tracce che compongono l’album, le sonorità elettro-pop che sono la cifra caratteristica della musica di Myky accompagnano brani energici e coraggiosi che affrontano anche le zone d’ombra di sentimenti e relazioni. Se nella prima parte l’amore figurava come la forza che sana e che salva, qui trovano spazio anche bugie, delusioni, equivoci, dubbi. Ma è proprio dalla consapevolezza delle proprie contraddizioni, dall’accettazione della propria metà ombra, dall’integrazione della propria dualità, che l’individuo ritrova la completezza e la solidità per percorrere al meglio il proprio cammino di esistenza.
Il brano di apertura, Gold, è un vero e proprio manifesto che segna il tono e il senso dell’intero album, un inno alla pienezza di una vita vissuta mettendo in campo tutta la ricchezza della propria esperienza ed energia. Il tema dell’oro, filo conduttore che attraversava sia le canzoni che la componente grafica e video della prima parte dell’album, ritorna qui da protagonista ed emblema delle risorse interiori di ciascuno, quelle che permettono di splendere e illuminare il proprio percorso di vita.

Tracklist

Tell me a lie

Tell me a lie, già rilasciato come primo singolo, mette in musica un amore disposto a tutto, che si aggrappa a un sogno illusorio e si racconta bugie pur di non dissolversi come fanno i sogni al risveglio.

Love by you

Love by you, il singolo scelto da Myky per partecipare alle selezioni dell’Eurovision Song Contest, è un pezzo di forte impatto, con un’impronta internazionale, che esplora la dualità che ci fa tendere verso l’amore e al tempo stesso temere di non meritarlo.

Fake Friend

Fake Friend sembrerebbe avvicinarsi, per la tematica, al filone delle revengesongs: lungi dall’essere un’invettiva contro uno specifico bersaglio, è invece una rivendicazione del proprio valore. Esprime la necessità di riconoscere il dolore della delusione, di ammettere anche la propria vulnerabilità, per poi farne musica e ricostruire attorno a sé relazioni all’altezza del proprio sentire.

Lust in translation

Lust in translation è un pezzo accattivante e sensuale che esplora la dialettica del desiderio e la necessità di prescindere dalle parole per una comunicazione piena e profonda, ma lo fa proprio giocando con le parole, dando alle parole corpo e sensi.
Con Oxygen (italian version) ritroviamo, riscritto in italiano, un brano che già avevamo ascoltato e amato in Gemini – part I. Trasformare in delicata bellezza lo strappo di una perdita è già di per sé un atto creativo di immenso coraggio. Ora Oxygen torna, svestita della leggera corazza della lingua straniera, per riportarci – indifesa e potentissima l’umanità fatta arte, fatta immortale.
Conclude l’album GoodEnough (Sik Mix), nuovo arrangiamento per un altro pezzo già rilasciato nella prima metà del progetto, che torna a ricordarci una tematica portante di Gemini: l’orgoglio di essere se stessi, di trarre forza anche dagli ostacoli, di splendere come oro, più forti delle voci che sminuiscono e minano la fiducia nel proprio valore.
Anche Gemini – Part II – Pollux si rivolge a più sensi e intreccia più linguaggi, più strati e livelli. La parte video e grafica conferma la bella sinergia con Elio Brusco e la Pixelove Agency, che sanno dare espressione visiva alla musica di Myky, ribadendone i messaggi. Nel cd fisico,gli scatti di Giuseppe Barbato, già di per sé piccole opere d’arte che colgono e rendono visibile l’anima del protagonista, sono abbinati con cura e intenzione alle varie canzoni. Il motivo grafico delle schegge esplicita, quasi anima e drammatizza, il senso di frattura che attraversa l’album e che è presentata come necessaria tappa verso l’unione di un tutto integro.

/ 5
Grazie per aver votato!

About unviaggionellospettacolo 183 Articles
Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.