Un viaggio nello spettacolo

Un viaggio nello spettacolo

Che il viaggio abbia inizio

IntervistePromozione

Giada Galazzo e il suo “Shiny Shadows-Tra luce e ombra”

image_pdfimage_print

È da un pò che mi occupo anche della promozione di autori emergenti. Un pó perché amo i libri come amo la musica e un pó per dare la possibilità sia allo scrittore che all’editore( soprattutto la piccola editoria) di farsi conoscere in un mercato sempre più esigente. Questa volta ho avuto il piacere di conoscere un’autrice veramente speciale con un libro che secondo me merita veramente di essere conosciuto e letto. Si chiama Giada Galazzo. Abbiamo parlato del suo “Shiny Shadows-Tra luce e ombra” edito PAV Edizioni. Ecco l’intervista che ha rilasciato al mio blog:

Ciao Giada, piacere di conoscerti. Iniziamo a parlare un pó di te. A che età ti sei avvicinata alla scrittura?

Ciao! Piacere mio e grazie mille per questa opportunità! Io scrivo fin da piccola: mi è sempre piaciuto fare i temi a scuola, anche se all’inizio ero un vero disastro! Ricordo però con nostalgia che le mie storie erano spesso apprezzate e forse inconsapevolmente questa piccola cosa mi ha aiutata ad apprendere sempre di più.

“Shiny Shadows-Tra luce e ombra” edito PAV è il tuo libro d’esordio. Ti va di parlarcene?

Certo che sì! Si tratta di un fantasy, un po’ young adult, un po’ romance, non mi piace categorizzarlo troppo perché c’è un po’ di tutto, dall’azione alle storie d’amore e molto altro. La storia è molto semplice ma allo stesso tempo complicata: narra le vicende di un gruppo di amici terrestri, Rid, Elena e Craig, parallele a quelle del regno di Alteriohs. Entrambi i mondi vengono minacciati all’improvviso da un nemico comune di nome Xe, tornato dal passato per rivendicare il trono e a quel punto i popoli dei due pianeti dovranno trovare un modo per far fronte a questa entità. La storia è un mix di battaglie, romanticismo, amicizia, lealtà, slealtà e chi più ne ha più ne metta!

Com’è iniziata la collaborazione con la PAV e quali sensazioni hai provato quando ti hanno proposto di pubblicare con loro il tuo libro?

Ho conosciuto Pav edizioni per caso, una coppia di miei amici conosce una ragazza che ha pubblicato con loro e avevo salvato il nome della casa editrice tempo addietro, quando ancora la storia non era nemmeno a metà. Poi ho completato il libro, ma nessuno sembrava essere interessato, perciò ero convinta di aver scritto qualcosa di davvero poco interessante. Poi un giorno di marzo dell’anno scorso mi arriva una mail: la valutazione del libro era positiva e mi veniva proposto un contratto. Ho dovuto rileggere il messaggio almeno tre volte per rendermi conto che non era un sogno! Sul momento sono rimasta incredula con il cellulare in mano, l’ho fissato per un tempo che non so nemmeno quantificare. Quando ho ricominciato a pensare lucidamente, ho fatto i salti di gioia, ma sul serio!

Tra qualche giorno andrai al Salone di Torino. Come ti senti?

Il Salone del libro di Torino è un evento a cui non avrei mai pensato di poter partecipare. Non ci pensavo da lettrice, figuriamoci da autrice! Credo sia uno dei sogni più grandi, l’emozione è tanta e spero di riuscire a dare il meglio di me.

Se dovessi descrivere il tuo libro in tre righe?

Solo tre?! Difficile, ma ci provo. Ops, ne ho usata una così? Dai non vale, ricomincio.

Una storia avvincente, ricca di suspense e tanti personaggi che tra amori, lotte e amicizie, vanno alla ricerca di un destino comune. È la storia adatta a chi ama sognare e non perde mai la speranza.

/ 5
Grazie per aver votato!

unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.