Intervista a Sara Giglio:cantante,attrice,speaker e membro della giuria dello Scampia Musical Festival

image_pdfimage_print


Ciao Sara,quest’anno sei stato chiamato dalla direttrice artistica Milena Setola,nella giuria dello Scampia Musical Festival.Te lo aspettavi?

– In effetti no. Ma sono felice di questo invito. Ho un rapporto di amicizia e stima con Milena da tanti anni, sarà un piacere condividere anche questa esperienza.

Hai fatto parte della giuria in altre occasioni oppure questa è la prima volta?

-Mi è stato proposto altre volte ma non ho accettato.
Credo che far parte di una giuria, sia una responsabilità importante visto il valore dell’esperienza dei ragazzi che vi partecipano. E quindi trovo giusto collaborare solo quando condivido in pieno il carattere del progetto .
E poi di solito mi trovo sul palco nella conduzione ,vedo le ansie e le aspettative dei ragazzi dietro le quinte , e in linea di massima preferisco essere la figura che li mette a proprio agio prima dell’esibizione, lo ammetto..

Lo Scampia Musical Festival,è un festival rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni.
Che tipo di giudice sarai?

Sarò me stessa. Lavoro ormai da anni con i giovani e giovanissimi. Sarò come sono anche durante una lezione. Obiettiva. Sincera. Puntero’ a non dare “giudizi” ma valutazioni. Semplice osservazione di capacità, punti di forza e punti su cui ancora lavorare.
È importante far capire il valore dello studio e della determinazione ma coltivare l’entusiasmo e l’amore per la musica.

Tu sei:cantante,attrice,speaker e insegnante di canto e dizione.Cosa guarderai maggiormente in ciascun partecipante?

– ah ah ah,sembra un po’ io soffra di personalità multiple!? scherzo…
La verità è che il mio background formativo e lavorativo mi spinge sempre verso una dimensione teatrale.. credo che alla base di una qualunque passione o professione artistica ci sia “l’esigenza di comunicare” , quindi darò un occhio particolare all’interpretazione , alla capacità espressiva e narrativa .

Cosa ti aspetti dai partecipanti della nuova edizione dello Scampia Musical Festival?

In questo momento storico , più di ogni altra cosa mi aspetto che si divertano. Che abbiamo modo di distrarsi , di confrontarsi tra loro, e di ricordarsi che non sono soli, e che si mettano in gioco per costruire un passo alla volta il loro futuro.

La scorsa edizione dello Scampia Musical Festival si è svolto all’Auditorium di Scampia,quest’anno purtroppo online via Skype a causa del lockdown.Come sarà secondo te la nuova versione?

-Di certo si sentirà la mancanza del palco. E il calore di un pubblico è insostituibile, dobbiamo ammetterlo .
Ma credo anche che sarà un’edizione speciale, forse ancora più emozionante .
L’esigenza di condividere la musica ora è più forte che mai.

Hai già avuto modo di ascoltare i ragazzi?

-Si. Sto seguendo la pagina ufficiale e ascoltando le loro esibizioni man mano che vengono pubblicate, per cominciare a …”conoscerli” .
Quel che posso dire è che si sente la loro emozione ed energia anche dai video, ed è molto bello.
Spero si capisca che nel nostro territorio abbiamo ragazzi con animi straordinari.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.