Un viaggio nello spettacolo

Un viaggio nello spettacolo

Che il viaggio abbia inizio

FestivalInterviste

Intervista alla concorrente della V edizione dello Scampia Musical Festival,Silvia Uras

image_pdfimage_print

Silvia Uras

Come ti chiami?

Silvia Uras

A che età hai iniziato ad interessarti alla musica?

Non c’è stato un momento in particolare in cui mi sono interessata alla musica,poichè ha sempre fatto parte di me…sin da quando ero piccolissima.Quindi è una vera e propria passione!

Come stai vivendo l’esperienza dello Scampia Musical Festival?

Ti dico,per me è una cosa nuovissima esibirmi online,in maniera “virtuale” difronte ad una giuria,di solito l’ho sempre fatto di persona…però sono molto euforica e curiosa di sapere come andrà!

E’ la tua prima partecipazione oppure hai provato in altre edizioni?

No,quest’anno partecipo per la prima volta allo Scampia Musical Festival.

Come pensi che sarà la nuova edizione ai tempi del Covid-19?

Io penso che,nonostante la situazione critica che stiamo vivendo,la musica ancora una volta ha unito tante persone.
Quindi,secondo me sarà un’edizione diversa ma allo stesso tempo speciale.

Il tuo sogno nel cassetto?

Da sempre,il mio sogno nel cassetto è quello di riuscire a trasformare la mia passione per la musica in una professione,un giorno.

Conosci gli altri concorrenti?

Non ho avuto modo di vederli tutti,ma la maggior parte no,non li conosco.

In genere nei concorsi tipo di canto,si tende a fare conoscenze e,spesso,nascono amicizie.

Questo è il mio piacere!Siamo tutti dei giovani ragazzi con una passione in comune ed è bello poterla condividere.

Il tuo cantante preferito?

Quando mi fanno questa domanda per me è sempre difficile rispondere…poichè non ho uno in particolare,sono tantissimi i generi che seguo e gli artisti a cui mi ispiro,sono veramente tanti a partire dal grande Pino Daniele,proseguendo con il grande poeta e compositore Pablo Alboràn,finendo alla grandiosa voce di Beyoncè!

Delle voci femminili invece?

Siccome amo la musica spagnola citerei la grande Gloria Esteban,Kany Garcia e tante altre…e poi le grandi della musica italiana come Mina e Giorgia.

Quanto è importante per un’artista raggiungere un’identità artistica secondo te?

E’ molto importante a parer mio,poichè soltanto grazie ad essa puoi riuscire ad arrivare maggiormente al cuore delle persone

/ 5
Grazie per aver votato!

unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.