“MALE FUORI”: il Real Albergo dei Poveri di Napoli ospita il grande convegno organizzato dal Kodokan con il Comune di Napoli

image_pdfimage_print

Sabato 17 Giugno alle ore 10, presso gli spazi del Real Albergo dei Poveri di Napoli, si terrà il convegno Male Fuori. Lo scopo di questa manifestazione è quello di sensibilizzare e fare riflettere in merito al fenomeno di arruolamento dei giovani dell’età compresa tra gli 11 e i 14 anni nelle mafie.

L’iniziativa, organizzata e promossa dall’Associazione Kodakon gode del Patrocinio del Comune di Napoli dunque vedrà la presenza del Sindaco Gaetano Manfredi e del Prefetto di Napoli, Claudio Palomba. All’ evento parteciperanno anche: la Procuratrice del Tribunale per i Minorenni di Napoli, Maria De Luzemberger; il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania, Roberto Di Bella; il Presidente della Federazione Pugilistica Italiana nonché Vicequestore della Polizia di Stato, Flavio D’Ambrosi; Impresa Sociale Con i Bambini di Marco Rossi Doria; la Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes di Mario Del Verme e il docente degli Studi di Bari, Giuseppe Tribuzio. L’evento sarà moderato dal giornalista Michele Iossa. Il Real Albergo dei Poveri di Piazza Carlo III, fino a qualche decennio fa sede del Tribunale Regionale per i Minorenni della Campania, è luogo emblematico scelto per l’incontro Evil Out. Ecco le parole del Maestro Giuseppe Marmo dell’Associazione Kodokan di Napoli:
“In questa ‘fabbrica’, entrata di diritto nella storia cittadina e sociale partenopea, erano rinchiuse circa tremila persone, di tutte le classi sociali, tra cui centocinquanta ‘internati’ (detenuti minorenni), trecento affidati alla Casa di Correzione e altrettante definite ‘serraiuoli’ o ‘indemoniati’”.

Ha poi aggiunto: “Questi ultimi erano ragazzi ‘non gestibili’ dalle proprie famiglie e che venivano rinchiusi in questo ‘contenitore umano’ per via delle loro difficoltà economiche e di socializzazione”.

L’Associazione Kodokan nasce nel 1960, dall’esperienza dell’Istituto Enaoli, per aiutare i giovani orfani lavoratori ad inserirsi nella società civile attraverso lo sport. Attraverso questo percorso formativo alcuni ragazzi dell’Accademia Enaoli diventano protagonisti dello sport nazionale e internazionale: nel 1972 questa esperienza viene trasferita allo spazio del Real Albergo dei Poveri di Napoli.

Ecco cosa ha anche aggiunto alle dichiarazioni precedenti:
“Il percorso di questi anni ci suggerisce che solo ripristinando alleanze strategiche tra enti pubblici e privati. È possibile dare una concreta risposta all’emergenza educativa dei nostri ragazzi”.

/ 5
Grazie per aver votato!

About unviaggionellospettacolo 183 Articles
Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.