Che il viaggio abbia inizio

Napoli mia madre: in uscita oggi

Napoli mia madre: in uscita oggi
image_pdfimage_print

Prima presentazione di Napoli, mia madre da iocisto

Questa mattina alle 11.30, si è svolta presso la libreria e associazione culturale nonché presidio di pace iocisto, la prima presentazione in assoluto di Napoli, mia madre, il nuovo libro di Federica Flocco. La sala era gremita di gente che è accorsa per assistere ad una presentazione che ha regalato veramente tante belle emozioni ma anche un bel confronto tra l’autrice e il pubblico.

Questa di Federica è la seconda pubblicazione, infatti è reduce dal successo ottenuto con Mia, pubblicata il 1 gennaio 2016 con Polidoro Editore.

Gli interventi

Hanno partecipato alla presentazione in veste di relatori: Pamela Palomba, Sante Avagliano e Alberto Della Sala mentre gli interventi musicali sono stati curati dalla cantante napoletana Francesca Curti Giardina la quale ha interpretato in maniera impeccabile alcuni dei pezzi che Federica ha citato nel libro.

A fare da apripista ci ha pensato Francesca, la quale ha intonato Napule è del maestro Pino Daniele. Il primo ad intervenire è stato il padrone di casa Alberto Della Sala, l’instancabile ma anche prezioso libraio di iocisto.

Napoli, mia madre

Napoli, mia madre si colloca a metà tra la guida e il racconto emozionale di una doppia nascita. Partorita durante i bombardamenti della Seconda guerra mondiale in via Santa Lucia, dentro il tunnel Borbonico, oggi luogo di attrazione e formazione; vissuta lì dove tutto è incominciato, ai piedi del monte Echia, dove fu posta la prima pietra, nelle leggende e nella storia, davanti a Castel dell’Ovo, accanto a piazza del Plebiscito, la madre dell’autrice diventa l’accompagnatrice ideale per poter narrare con dovizia di particolari e di fonti attendibili, una vicenda personale e intima, ma anche la storia di Napoli, “la città più antica del mondo”.

Questo libro, dunque, è molto altro rispetto a una guida turistica: è un’ode all’amore per una città, una madre e una cultura. È un invito a immergersi nelle strade tortuose e affollate, a scoprirne i segreti nascosti e a condividere l’intensità di un legame unico, a testimonianza di come una città possa plasmare le vite di coloro che la abitano e di come, a sua volta, possa essere plasmata da coloro che la amano. È un viaggio appassionante nel cuore pulsante di Partenope, un luogo che accarezzerà l’anima dei lettori molto dopo aver voltato l’ultima pagina.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.