Racconto ciò che leggo: “I migliori anni” di Cinzia Giorgio edito Newton Compton

image_pdfimage_print

“I migliori anni ” di Cinzia Giorgio edito Newton Compton

Cinzia Giorgio
Un’appassionante saga familiareIn un’epoca di violenza ha inseguito i suoi sogni e lottato per i suoi sentimenti. La storia di una donna forte e del suo coraggio.La storia, indimenticabile, di una famiglia.

Introduzione

Un’appassionante saga familiare in un’epoca di violenza ha inseguito i suoi sogni e lottato per i suoi sentimenti. La storia di una donna forte e del suo coraggio. La storia, indimenticabile, di una famiglia.

Aprile 1975. A soli quarantotto anni, Matilde Carbiana sta per diventare nonna. Il nipote ha deciso di nascere proprio il giorno del suo compleanno. Eppure, quello che dovrebbe essere un momento di grande gioia pare turbarla. E il turbamento arriva da lontano…Estate 1943. La cittadina di Venosa è occupata dai nazisti, che terrorizzano gli abitanti. Matilde, giovane e determinata, non ha intenzione di rimanere confinata nella provincia lucana: vuole convincere il padre, viceprefetto della cittadina, a lasciarla andare a Bari per completare gli studi. Fausto Carbiana accetta, ma a patto che la accompagni suo fratello Antonio. A Bari, nella pensione che li ospita, vivono altri studenti, tra cui Gregorio, un giovane medico. L’antipatia iniziale che Matilde nutre per lui si trasforma ben presto in un sentimento profondo. Ma la guerra e gli eventi avversi rischiano di separarli proprio quando hanno capito di non poter più fare a meno l’una dell’altro. Matilde si troverà suo malgrado di fronte a scelte più grandi di lei, che cambieranno per sempre la sua vita. E non soltanto la sua…

Le vicende di una famiglia nell’Italia del NovecentoL’incredibile storia di una donna che porta con sé il ricordo di un grande amore.

Aneddoti personali

Recensione

Eccomi a scrivere una nuova recensione. Dopo Cassandra e Maria Maddalena, questa volta tocca alla meravigliosa saga familiare I migliori anni scritta e pubblicata per la Newton Compton da Cinzia Giorgio. Non si tratta di un romanzo qualsiasi ma di una storia realmente accaduta infatti l’autrice tra le pagine di questo libro ha voluto raccontare la storia della nonna e di Venosa, città natale di Cinzia e occupata ai tempi della guerra dai tedeschi ma liberata dagli americani. Sottolineo molto volentieri il termine “appassionatante” che troviamo nella copertina proprio sotto il titolo perché è veramente una storia che ti appassiona ma in verità ti appassiona tutto il libro perché come i libri precedenti anche questo ha la capacità di rapirti. Anche dietro questo romanzo c’è tanto studio, tante ricerche storiche ma soprattutto tanto amore per la scrittura ma anche per la nonna.

Copertina libro

La copertina del libro, è il meraviglioso dipinto del pittore livornese, Vittorio Corcos, situato attualmente nella Galleria Nazionale d’Arte di Roma. Il dipinto ritrae Elena Vecchi, una giovane ragazza seduta su una panchina con accanto: alcuni libri, un ombrellino parasole bianco e un cappellino in paglia da dove spunta una rosa che ormai ha perso i petali.

Conclusioni

Focus sull’autrice

Cinzia Giorgio è dottore di ricerca in Culture e Letterature Comparate. Si è specializzata in Women’s Studies e in Storia Moderna, compiendo studi anche all’estero. Organizza salotti letterari, è direttore editoriale del periodico «Pink Magazine Italia» e insegna Storia delle Donne all’Uni.Spe.D. È autrice di saggi scientifici e romanzi. Con la Newton Compton ha pubblicato Storia erotica d’Italia, Storia pettegola d’Italia, È facile vivere bene a Roma se sai cosa fare e quattro romanzi: La collezionista di libri proibiti, La piccola libreria di Venezia, La piccola bottega di Parigi, I migliori anni e Cinque sorelle.

Voto

5/5

Video

Correlati

  • Un appassionante saga familiare

Citazioni

A mia nonna

Note

Come acquistare il libro

https://amzn.eu/d/9ElqWK8

/ 5
Grazie per aver votato!
About unviaggionellospettacolo 183 Articles
Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.