Che il viaggio abbia inizio

Racconto ciò che leggo: Notti in Val d’Orcia di Dario Pasquali

Racconto ciò che leggo: Notti in Val d’Orcia di Dario Pasquali
image_pdfimage_print

Recensione di “Notti in Val d’Orcia” di Dario Pasquali

Dario Pasquali
Nel sud della Toscana c’è un luogo fatto di spazi e di luce. Ci sono colline ondulate, antichi borghi, vigneti e torri: è la Val d’Orcia. Qui, durante il giorno, la natura disegna scorci e panorami fatti di morbidezza e di quiete, che donano tranquillità alla sola vista. Di notte, al calare del buio, gli animali, gli esseri viventi di tutte le specie, che hanno atteso per ore, si sollevano dai nascondigli e si muovono nei boschi. Esistono storie di fantasmi, di anime inquiete, di streghe, e di folletti dispettosi, che vagano con i loro destini e i loro desideri. L’Ing. Andrea Solo, top manager di una multinazionale farmaceutica, e Beatrice Lucci, donna ambiziosa che rincorre il successo economico e sociale, arrivano in Val d’Orcia, da quel momento una serie di omicidi vengono commessi in successione. Il capo della Polizia di Montepulciano Francesco Marini e la sua collaboratrice ispettore capo Anita Saleri cercano di smascherare il colpevole. (…)

Introduzione

Per la consueta rubrica “Racconto ciò che leggo” oggi vi parlo di Notti in Val d’Orcia di Dario Pasquali edito Helicon Editore. Per chi mi conosce sa quanto io ami i thriller, i gialli e i noir dunque quando mi è capitato tra le mani sono stata ben contenta, certo ho impiegato un po’ di più a leggerlo poichè contenente 638 pagine ma non mi sono persa d’animo.

Recensione

Notti in Val d’Orcia mi è piaciuto dalle prime pagine e l’ho trovato sì crudo in alcuni passaggi ma allo stesso tempo è stato avvincente con diversi colpi di scena, questi dovrebbero essere i punti di forza di un noir fatto bene. Dietro al thriller però ci sono tematiche importanti quali: violenza, perdita. Ho apprezzato molto l’omaggio ai Linkin Park che io amo particolarmente da appassionata del mondo rock, il personaggio che ho amato particolarmente è Beatrice che si è dimostrata forte, ambiziosa e fa di tutto per di raggiungere i propri obiettivi.

Voto

4/5

Correlati

Citazioni

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da unviaggionellospettacolo

Mi chiamo Anastasia Marrapodi e sono giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Regione Campania. Mi occupo di musica, spettacolo, libri e cultura.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.